Un’Italia a cui non siamo abituati, ma che pure esiste. Una politica che non si gioca nella lotta tra raccomandazioni e privilegi, ma che si coniuga come servizio. Questo il contenuto del libro di Marco Boschini, “Viaggio nell’Italia della buona politica. I piccoli comuni virtuosi” (Passaggi Einaudi, 2012)

Leggo nella scheda di presentazione : “Migliaia e migliaia tra cittadini, amministratori pubblici e servitori dello Stato, ogni giorno, con umiltà e buon senso, costruiscono da tempo un modello alternativo di comunità, fatto di integrazione, fantasia, concretezza ed efficienza.
Lavorano per un futuro sobrio e sostenibile, attraverso una cassetta degli attrezzi composta di progetti che funzionano, che riducono al contempo l’impronta ecologica e migliorano la qualità della vita di chi si mette in gioco. Sono i tanti piccoli ministri delle Piccole Opere, di cui nessuno parla, ma che non per questo smettono di tenere in piedi, con il sorriso sulle labbra, questo nostro trasandato Paese.
I comuni virtuosi sono una parte importante di questa storia alternativa: amministrazioni che hanno come obbiettivi la fine del consumo di suolo, rifiuti zero, mobilità sostenibile, risparmio energetico, partecipazione e realizzazione di nuovi stili di vita.”

Umiltà, buon senso, fantasia, concretezza, efficienza, sorriso sulle labbra… E chi di noi, nel proprio posto di lavoro, non vorrebbe essere ritratto così?

******

Marco Boschini è nato a Parma nel 1974, lavora come educatore presso la Fondazione Minima Domus del Sacro Cuore, un doposcuola rivolto ai bambini e ragazzi dai 4 ai 13 anni. È stato consigliere comunale dal 1999 al 2009, e assessore dal 2004. Si è occupato delle deleghe alla Pubblica Istruzione, Progetti Educativi e Formativi, Sport, Politiche giovanili. Dal 2009 si occupa di Urbanistica, Ambiente e Patrimonio.
Coordina dalla sua fondazione (2005) l’Associazione nazionale dei Comuni Virtuosi (www.comunivirtuosi.org), una rete di enti locali impegnati nella riduzione della propria impronta ecologica.
Leggi anche il Manifesto dei Comuni virtuosi