1900, una cifra tonda che saluta un secolo e dà il benvenuto all’altro.  Parigi ospita due eventi di massimo rilievo: l’Expo universale che si ripromette un bilancio dei 100 anni trascorsi con uno sguardo al futuro,  e le Olimpiadi. Purtroppo – almeno secondo la nostra attuale lettura – i due eventi non vennero gemellati con l’effetto di potenziarsi vicendevolmente, e così i responsabili delle decisioni persero, e fecero perdere,  un appuntamento… Le Olimpiadi dal canto loro non persero un altro importante rendez-vous: quello con le donne, che per la prima volta parteciparono ai Giochi.

Charlotte Cooper vinse l’oro nel tennis.  Inglese, nata nel Middlesex nel 1870, si iscrisse da giovanissima al club del tennis locale. Vinse il primo titolo individuale nel 1895 a Wimbledon, un secondo l’anno dopo,  il terzo nel 1898 e il quarto nel 1901, dopo l’oro olimpico. Nel frattempo si era sposata e per qualche anno si dedicò solo alla famiglia. Tornò alle gare nel 1908 e vinse a Wimbledon  a 37 anni suonati; e anche questo è rimasto un record imbattuto. Arrivò ancora una volta in finale quando già aveva 41 anni, e continuò a gareggiare ancora. Il marito condivideva con Charlotte la passione per il tennis – fu presidente della  Lawn Tennis Association – e la figlia Gwen  giocò  nell’équipe della Wightman Cup del Regno  Unito. Charlotte morì nel 1966.