Era, credo, la prima volta che i miei genitori mi accompagnavano al cinema. Non ricordo quanti anni avevo, ma ero piuttosto piccola. Ricordo però l’impressione che mi fece entrare in quella sala (mi sembrava grandissima) e trovarmi di fronte a uno schermo “enorme” (non avevamo ancora la tv e quindi per me erano tutte nuove sensazioni) dentro il quale accadeva qualcosa. E io m’immedesimai completamente con la storia. Proiettavano “BAMBI”. Ho vissuto la sua avventura sulla mia pelle, come se ogni cosa accadesse a me. Mia madre me lo fece presente più volte quand’ero ormai grande, che non smettevo di chiederle: “Ma la sua mamma, non la vede più?”

Fu il mio primo incontro con i cartoni animati e con Walt Disney. L’incontro con un mondo dove non tutto va liscio, dove dolori e difficoltà non mancano, ma dove la Bontà è possibile. E questa certezza ti fa sentire migliore, ti inietta fiducia. È una bontà che traspare dalle linee del disegno, dai particolari, tutti importantissimi quanto l’insieme; dall’attenzione ai più piccoli – anche nel senso di quelli messi da parte – e alle piccole cose.

Questi i pensieri che mi sono venuti oggi, sapendo che Bambi compie 70 anni. Buon compleanno Bambi, da tutte le generazioni che t’hanno conosciuto e amato. E anche tu, continua a farci credere che la Bontà è possibile!